GIURIA EDIZIONE 2018

 

 
JAN
BROECKX



 

Direttore Accademia di Monaco di Baveria e assistente del coreografo Roland Petit
 
Belga di nascita, riceve la sua formazione artistica presso la Scuola internazionale di Anversa, vincendo nel 1978, all’età di 17 anni, il Prix de Luasanne.
Successivamente riceve diverse offerte e contratti come primo ballerino con il Balletto di Fiandre, il Deutsche Oper di Berlino e poi al Bayerisches Staats Ballett a Monaco di Baviera. È stato richesto come ballerino internazionale ospite al London Festival Ballet, al Teatro alla Scala di Milano, al Dutch National Ballet di Amsterdam, al Teatro Comunale di Firenze, Teatro Politeama di Palermo, e al Bayerisches Staatsballett di Monaco.
Ha insegnato all'Ecole National Superieure de Danse di Marsiglia ed è stato professore Ospite al Teatro Comunale Firenze, al Ballet National de Marseille e maestro di ballo al Teatro alla Scala di Milano e alla Opernhaus di Zurigo.
Ospite molto richiesto anche in grandi eventi di gala, tra cui, il Mondial Ballet Festival di Tokyo, il Gala des Etoiles a Montreal e il Nijinsky Gala in Amburgo.
Danseur Etoile del Ballet National de Marseille di Roland Petit, Broecx inizia una lunga collaborazione con il coreografo, interpretando numerosi ruoli in balletti di Petis e rimontando il suo repertorio in tutto il mondo, in prestigiosi teatri come l'Opera di Parigi, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Colon di Buenos Aires, il Balletto Bolshoi e Kirov.
In collaborazione con il suo mentore, ha fondato la scuola "Ecole Superieure de Danse Nazionale di Marsiglia." Come ballerino ha lavorato con Roland Petit, Rudolf Nureyev, George Balanchine, John Cranko, Hans van Manen, Rudi van Dantzig, Nils Christe, Ronald Hynd, Peter Schaufuss, Jiri Kylian, Fleming Flindt e ha ballato con Stelle mondiali come Alessandra Ferri, Altinai Asylmuratova, Lucia Lacarra, Zizi Jeanmaire.
È stato menbro di giuria in numerosi concorsi di danza nazionali ed internazionali, tra questi lo YAGP, il Prix de Lausanne, e il Concorso di danza Città di Spoleto.
Da Giugno 2010 è direttore dell’Accademia di Monaco di Baviera.

 
LAURA COMI


Direttrice della Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma.

Diplomata con passo d’addio presso la Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, entra a far parte del Corpo di ballo del Teatro, arrivando a ricoprire il ruolo di Prima Ballerina Etoile. Dopo una tournèe in Germania, ha svolto nel 1989 un periodo di perfezionamento presso l’English National Ballet. Nel 1996 a Positano, le è stato conferito da Alberto Testa il premio “Leonide Massine” per la danza, in seguito alla promozione a Prima Ballerina. Nel 2001 ha ricevuto il premio Gino Tani, per l’interpretazione in Romeo e Giulietta. Nel 2002 è stata invitata dal Teatro Comunale di Firenze. Nel 2003 ha partecipato al Gala Internazionale “Todi Music Fest” tenutosi a Norfolk in Virginia (U.S.A.). In rappresentanza del Teatro dell’Opera, si è esibita in Brasile (Porto Alegre – Gonsalves). Nel 2004 ha danzato, in tourneé con la compagnia del Teatro dell’Opera, Il lago dei cigni a Piacenza presso il Teatro Municipale e a Catania presso il Teatro Massimo Bellini e Petruška presso il Teatro Kremlin di Mosca.
Dal 2000 insegna repertorio classico alla Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma.  
Nel 2004 è stata nominata Etoile del Teatro dell’Opera di Roma.
Nel 2005 le è stato conferito, dall’Associazione Culturale “Romeo Collanti, il  premio “Marforio d’oro” per la danza. Nel 2006 ha ricevuto il premio “Le ragioni della nuova politica” dall’Associazione Culturale L’Alba del Terzo Millennio.
Nel 2008 ha ricevuto, a Positano, il premio alla carriera “Leonide Massine”. Nel 2009 ha ricevuto i premi “La Ginestra d’oro” e   “Roma è… Arte”. Nel 2010 ha ricevuto il premio “GEF” e la targa d’argento”Athena Parthenos”.
Da settembre 2011 è Direttrice della Scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma.
 
MASSIMILIANO VOLPINI


 
Massimiliano Volpini entra a far parte del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala nel '91 dove rimane fino al 2014, quando decide di dedicarsi completamente alla coreografia. Nel 2001 inizia la collaborazione con Roberto Bolle, per il quale crea un assolo per il Premio Barocco 2001, trasmesso da Rai 1; una coreografia per Notte di duelli e di magia, trasmissione ideata da Vittoria Ottolenghi sempre per Rai 1; una coreografia per Roberto Bolle e Greta Hodgkinson in occasione di una sfilata-evento per Ferragamo, tenutasi a Shanghai nel 2008 e il balletto Antonio e Cleopatra con Bolle, Myrna Kamara e Andrea Volpintesta andato in scena a Roma. Dal 2007 al 2010, in qualità di coreografo residente, crea 9 coreografie per la Scuola di Danza del Teatro dell'Opera di Roma, rappresentate al Teatro dell'Opera e in molti gala. E' stato invitato da Peter Martins a partecipare alla Fall Session 2007 e alla Summer Session 2008 del New York Choreographic Insitute.
Nel 2010 si occupa della coreografia per il videoclip della canzone Ricomincio da qui, cantata da Malika Ayane e danzata da Sabrina Brazzo, prima ballerina del Teatro alla Scala. La stessa coreografia è stata presentata live sul palco dell'Ariston, per il 60° Festival di Sanremo.
Per la compagnia di Balletto Mimma Testa crea lo spettacolo Family Zapping, un balletto a serata intera per 5 danzatori, andato in scena a Roma e Milano.
Nel 2012 è regista e coreografo dello spettacolo Il mantello di pelle di drago con la partecipazione della Prima ballerina della Scala Sabrina Brazzo.
Nell'estate 2013 debutta Prototype, un assolo creato per Roberto Bolle con l'apporto multimediale di Xchanges Vfx e le musiche originali di Piero Salvatori, presentato nell'ambito del tour "Roberto Bolle and Friends from American Ballet Theatre" e all'interno dello spettacolo The Kings of the dance. Prototype è stato rappresentato a New York, Londra, Shanghai, Mosca, Roma, Genova, Trieste, Sanremo. Nel 2014, come ideale prosecuzione del precedente progetto multimediale, crea per Roberto Bolle Through the light su musica di Pachelbel.
Firma le coreografie del Concerto di Capodanno 2015 della Fenice di Venezia, andato in onda su RaiUno, con il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala. Sempre per la Scala firma le coreografie dell’Aida, con la regia di Peter Stein. Nello stesso anno crea una coreografia per l'Accademia Nazionale di Danza, rappresentata nel Grande Teatro all'Aperto dell'Accademia.
Nel settembre 2015 va in scena a Busseto Drakula, uno spettacolo di Massimiliano Volpini e Laurent Gerber con le musiche originali di Nicola Urru.
Nella primavera del 2016 porta in scena "Il giardino degli amanti", una produzione del Teatro alla Scala di Milano, con Roberto Bolle e Nicoletta Manni.
 
SILVIA BRIOSCHI



Ballerina diplomatasi al Teatro alla Scala, perfezionatasi alla Scuola coreografica di Mosca, solista e prima ballerina nei maggiori teatri italiani (Teatro alla Scala di Milano, Teatro La Fenice di Venezia, Fondazione Arena di Verona, Balletto di Toscana), ha lavorato con i più rinomati Maestri e coreografi, tra cui Maurice Béjart, George Balanchine, Evghenij Polyakov, Rudolf Nureyev, ricoprendo i più famosi ruoli del repertorio classico.
Si è diplomata al Corso Insegnanti organizzato dal Teatro alla Scala, sotto la guida della Signora Prina e della Signora Colombini. Da molti anni, svolge un'intensa attività d'insegnante, in particolar modo preparando allievi per concorsi e audizioni. E' assistente e maitre de ballet per alcune compagnie e fondazioni liriche.
 
EMANUELA
TAGLIAVIA





 
Emanuela Tagliavia si è formata come danzatrice classica e contemporanea tra Milano e Parigi.
Solista nelle compagnie Ballet du Louvre, Europa Ballet, Ballet de Temps Modernes, Cie Alain Marty, Philippe Tresserra, Movimento Danza G.Stazio, S. Beltrami, A. Vidach. Premiata come danzatrice al Festival di Montauban, assistente alla coreografia al Teatro San Carlo di Napoli. Ha iniziato la sua attività di coreografa nel 1996 creando tra l'altro per il Piccolo Teatro e il Teatro alla Scala di Milano, Teatro Piccolo Regio di Torino, Teatro Nazionale di Roma, Teatro dell’Elfo e Teatro Strelher di Milano, Teatro Dante Alighieri di Ravenna, Scuola del Teatro dell’Opera, Ecole Superieure de danse de Cannes ,Teatro Bolshoi di Mosca e numerosi festival di danza italiani. Premiata come coreografa al Danzatalenti di Genova , Aldo Farina di Sanremo e Danzarenzano Arte .
Attualmente Emanuela Tagliavia è docente di danza contemporanea all’Accademia della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano, alla Scuola D’arte Drammatica Paolo Grassi, alla Scuola Professionale Italiana Danza (S.P.I.D)  e all’Ida di Ravenna ed è spesso invitata a tenere stage in tutta Italia e anche all’estero.

 
DANIELE BALDI


Comincia il suo percorso entrando all’I.S.E.F. di Roma nel 1992.
Si avvicina da subito all’ambiente dell’Hip Hop e decide di approfondirne la conoscenza recandosi a studiare all’estero (New York, Los Angeles, San Diego).
Lavora in alcune trasmissioni televisive come “Buona Domenica”, “Carramba, che Sorpresa”, “Uno Mattina”, “Terno Secco”, “Hip Hop Generation” (Rai Tre), e gira il video “La Vasca” di Alex Britti.
Coreografo del gruppo “METROPOLIS” dal 1999 al 2002, conquista con le giovanisse ragazze il terzo posto ai Campionati Mondiali di Hip Hop a Miami (2002).
Con il gruppo “ALMOST FAMOUS”, di cui è il coreografo dal 2000, dopo aver vinto tutte le più importanti gare italiane, si classifica al quarto posto ai Campionati Mondiali di Praga (2003) e vince i Campionati Europei di Rotterdam (2004).
Nel 2007, in occasione di “Amores”, Maratona di danza e danze curata da Vittoria Ottolenghi, porta in scena la sua prima produzione con il titolo “Filo Rosso”.
Dal 2010, collabora come Maestro di hip hop all'interno della trasmissione televisiva “Amici” di Maria De Filippi
Attualmentem è il direttore artistico del settore danza nel Centro Sportivo Eschilo 1, insegna alla Kledi Academy e al Balletto di Roma.
Inoltre, è direttore artistico e docente dell’Hip Hop School organizzato.
Insegna nelle più importanti convention italiane e in numerose scuole e accademie di danza. Parallelamente all’insegnamento, organizza stage, convention ed eventi in tutta Italia: il più prestigioso è “Ostia Hip Hop Festival” che si svolge a Roma in primavera. 
 
CRISTIANO MERLO




 

E' giornalista e critico di danza. Collabora dal 1999 con la rivista internazionale di attualità e cultura di danza BallettoOggi/BALLET2000, di cui è dal 2004 redattore principale e assistente alla direzione. Per le tre edizioni della rivista (italiana, francese e inglese) recensisce spettacoli, DVD e libri ed è autore delle rubriche Piqué e BalletTube.
Dopo il diploma alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano, si è laureato in letteratura francese e ha conseguito un dottorato di ricerca in letterature comparate. Ha scritto per varie pubblicazioni universitarie e programmi di sala saggi sul balletto, la letteratura e il cinema. Ha fatto parte di giurie in vari concorsi tra cui il concorso Arabesque di Perm (in Russia) presieduto da Vladimir Vassiliev.